Assemblea dei Delegati

9 marzo 2018 Auditorium Unipol Banca, Via della Costituzione 2, Bologna dalle 9.00 alle 13.30

Alleanza delle Cooperative

Campagna e raccolta firme

XI Congresso Regionale

Mappa dei contenuti della relazione del presidente Giovanni Monti

Giovanni Monti

Presidente Legacoop Emilia Romagna

lavoro e welfare

sviluppo e promozione

relazioni

comunità e persone

relazioni

venerdì 17 luglio 2015

OCB - Organizzazione delle cooperative brasiliane – in visita a Legacoop Emilia-Romagna

Il 15 e 16 luglio Legacoop ha ospitato a Bologna una delegazione di 28 sovrintendenti delle unità statali del sistema OCB, entità rappresentativa del cooperativismo brasiliano nata nel 1969.
 
La missione di incoming, organizzata in collaborazione tra Regione Emilia-Romagna e il servizio di accoglienza di Legacoop E-R, Welcome Coop, ha lo scopo di promuovere un confronto conoscitivo e lo scambio di know how fra i due sistemi cooperativi. 
 
La delegazione è stata ricevuta in Regione da Silvia Grandi, responsabile servizio politiche europee e relazioni Internazionali della Regione Emilia-Romagna, che da molti anni collabora, attraverso il Progetto Brasil Proximo, col Governo federale Brasiliano.
 
In Legacoop la delegazione è stata accolta dal presidente Giovanni Monti e da Roberta Trovarelli per una panoramica sul sistema cooperativo regionale e sulle prospettive di sviluppo e di collaborazione fra le due associazioni di rappresentanza.
 
Matteo Beghelli del Centro Studi di Unioncamere ha presentato l’Osservatorio regionale della cooperazione, strumento indispensabile per conoscere le dimensioni e il posizionamento delle cooperative regionali e per la definizione di politiche di sviluppo. Aldo Perrella, responsabile Ufficio certificazioni e Centrale bilanci Legacoop, ha chiarito le ragioni che hanno condotto alla costruzione di indicatori di monitoraggio dei dati economici delle cooperative e del sistema di vigilanza.
 
Legacoop collabora da alcuni anni con il Dipartimento di Studi e Divulgazione della Segreteria nazionale di economia Solidale del Ministero del Lavoro brasiliano, a supporto della creazione di un osservatorio della cooperazione in Brasile. Attualmente, OCB è uno degli organismi che monitora con maggior dettaglio la situazione per l’insieme delle cooperative associate. Il confronto sugli strumenti implementati da Legacoop e Unioncamere in Emilia-Romagna va a supporto dello sviluppo di nuove basi dati per la cooperazione brasiliana.
 
Nel corso delle due giornate, la delegazione ha approfondito il ruolo dei consorzi con la visita al Consorzio Nazionale Dettaglianti – CONAD e l'incontro con il Consorzio Nazionale Servizi – CNS. Ha inoltre visitato il Centro Italiano di Documentazione sulla Cooperazione e l'Economia Sociale, luogo di raccolta, tutela e ordinamento, dei materiali documentari sul movimento cooperativo e, per finire, l’Università di Bologna.
 
La cooperazione brasiliana
Il paese ha 6.827 cooperative, con 11,5 milioni di associati e 337 mila addetti. Fortemente presente nell’economia, si stima che la metà della produzione agricola del Brasile passi attraverso il lavoro di una cooperativa.
Oltre alle cooperative agricole, in Brasile sono attive cooperative di consumo, credito, educazione, speciali (formate da persone con invalidità), abitative, produttive e nei campi delle infrastrutture (responsabili ad esempio dell’elettrificazione), minerario, salute, lavoro, trasporto e turismo. (Dati OCB)