Assemblea dei Delegati

9 marzo 2018 Auditorium Unipol Banca, Via della Costituzione 2, Bologna dalle 9.00 alle 13.30

Alleanza delle Cooperative

Campagna e raccolta firme

XI Congresso Regionale

Mappa dei contenuti della relazione del presidente Giovanni Monti

Giovanni Monti

Presidente Legacoop Emilia Romagna

lavoro e welfare

sviluppo e promozione

relazioni

comunità e persone

sviluppo e promozione

martedì 15 dicembre 2015

Visita di delegazione cinese in Unioncamere regionale

Il 15 Dicembre u.s. una delegazione governativa di Yuyao nella provincia di Zhejiang, sotto la diretta giurisdizione della città di Ningbo, una delle più popolate della costa occidentale della Cina, è stata ospite in Unioncamere Emilia-Romagna per presentare alle associazioni di rappresentanza delle imprese, tra cui anche Legacoop ER, le caratteristiche e le potenzialità del nuovo “Parco Ecologico Sino-Italiano” e le opportunità di investimento e collaborazioni commerciali.
 
Ningbo, che nel 2014 ha raggiunto la sesta posizione tra le 250 città cinesi più competitive, è famosa per l’alto dinamismo imprenditoriale, è prossima a porti e aeroporti internazionali, ha un Pil pro capite di 10 mila dollari con crescente capacità di spesa.
 
Il Parco Ecologico Sino Italiano, costituito ufficialmente nel giugno 2014, unico in Cina ad indicare anche nel nome l’obiettivo per cui è stato costituito, ha una superficie totale prevista di 40mila km quadrati. Al centro dell’area sorge una complessa isola che sarà dedicata alla presentazione dell’industria e dello stile di vita italiano, con funzioni di esibizione commerciale, scambi, formazione e vivaio industriale. In essa verrà ospitata una mostra mercato permanente di prodotti italiani di eccellenza. La costruzione del parco verrà completata entro il 2030.
 
A guidare la delegazione di sette rappresentanti del Governo Provinciale il direttore del dipartimento del commercio di Zhejiang, Liang Zhiliang e il vice-sindaco Han Bai Shun. 
 
Le opportunità di collaborazione sono nel settore delle energie rinnovabili e protezione ambientale, ricerca e sviluppo, benessere e lifestyle, automotive.  
Sono previste varie facilitazioni per le imprese estere che vogliono investire e aprire una attività tra cui un fondo di partenza di 700 milioni di euro per le aziende italiane, destinate a supportarle nell’iter burocratico e per facilitarle nella comunicazione.  
 
L’invito ad insediarsi nell’area è stato rivolto alle imprese di ristorazione e di ricezione turistico- alberghiera, con brand poco conosciuti e può interessare anche le nostre cooperative operanti nel settore che vogliono esplorare nuovi mercati.