Assemblea dei Delegati

9 marzo 2018 Auditorium Unipol Banca, Via della Costituzione 2, Bologna dalle 9.00 alle 13.30

Alleanza delle Cooperative

Campagna e raccolta firme

XI Congresso Regionale

Mappa dei contenuti della relazione del presidente Giovanni Monti

Giovanni Monti

Presidente Legacoop Emilia Romagna

lavoro e welfare

sviluppo e promozione

relazioni

comunità e persone

sviluppo e promozione

lunedì 18 aprile 2016

Al via il progetto Mozambico e Sud Africa

Con l’approvazione dalla Regione Emilia-Romagna, prende avvio in questi giorni il progetto di “Promozione del sistema produttivo dell’Emilia-Romagna in Mozambico e Sud Africa”, promosso da Legacoop ER, in collaborazione con le Leghe territoriali, Innovacoop e Boorea. 
 
Entrambi i paesi sono al centro di un’azione di sostegno all’internazionalizzazione della Regione: il Sud Africa per il rilevante ruolo economico e per l’accesso che può dare agli altri mercati dell’Africa australe; il Mozambico per l’avvio delle estrazioni di gas naturale da parte di ENI, che sarà un importante volano per l’intera filiera dell’off-shore, i settori delle costruzioni e infrastrutture, dei trasporti, in particolare marittimi e portuali, delle telecomunicazioni, dell’industria manifatturiera e dei servizi finanziari.
 
Il progetto si rivolge alle imprese dell’agro-industria, costruzioni, logistica e facility management e a tutte le imprese di servizio all’industria off-shore.
 
Le attività progettuali, che ruotano attorno all’individuazione di opportunità commerciali e di partnership industriale per le aziende che aderiranno, prevede due missioni imprenditoriali nel corso del 2016, con il sostegno istituzionale della RER: una prima missione a fine giugno, con la presenza dell’assessore Palma Costi e una seconda missione ad ottobre con il presidente Bonaccini.
 
Le relazioni della Regione con il Mozambico aprono opportunità anche per il settore del restauro.
 
La Regione, nell’ambito del nuovo programma Emilia-Romagna Go Global 2016-2020, che coinvolge la Direzione generale Economia della conoscenza, del lavoro e dell’impresa e integra tutte le iniziative regionali dei prossimi 5 anni sui mercati extra-europei, si pone l’obiettivo di concentrare la propria azione di sostegno all’internazionalizzazione, sulle specifiche esigenze delle imprese. A questo scopo sta attivando tavoli paese e focus group, che saranno aperti alla partecipazione di associazioni e imprese. Per il 2016 sono state stanziati 17,5 milioni, lo stanziamento previsto per i successivi 4 anni è di circa 12 milioni/anno.
A fine maggio è programmato il prossimo tavolo paese Sud Africa, aperto alle imprese che intendono accedere al mercato sud africano o che già partecipano a progetti in corso. 
 
Scarica la scheda di sintesi 
 
Focus Sud Africa
 
Paese più sviluppato del continente africano, il Sud Africa è considerato anche un paese perno per l’accesso agli altri mercati africani, in particolare quelli dell’area SADC (Southern African Development Community http://www.sadc.int/member-states/). Le opportunità economiche del paese sono rinforzate da intense relazioni istituzionali, sia a livello nazionale che regionale.
 
Ad ottobre 2016 la Regione Emilia-Romagna ha in programma una missione, aperta alla partecipazione delle imprese, con la presenza del Presidente Bonaccini. L’occasione sarà la firma del Memorandum of Understanding con la provincia del Guateng (già sottoscritto quello con la Northern Cape Province). La missione si inserirà in un contesto istituzionale allargato: negli stessi giorni a Johannesburg si terrà il Summit South Africa – Italy, organizzato da The European House Ambrosetti con la partecipazione del MAE, incentrato sulle relazioni politiche tra i due paesi e le opportunità economiche offerte dal Sud Africa e paesi SADC.
Energia, agro-industria, macchinari e industria automotive, blue environment, sono alcuni dei settori principali su cui si aprono opportunità.
 
Sono già state attivate collaborazioni tra le università emiliano-romagnole e CNR con gli omologhi sud africani ed è in corso un progetto del CNR sulle green technologies (progetto Beet).