Alleanza delle Cooperative

Campagna e raccolta firme

XI Congresso Regionale

Mappa dei contenuti della relazione del presidente Giovanni Monti

Giovanni Monti

Presidente Legacoop Emilia Romagna

lavoro e welfare

sviluppo e promozione

relazioni

comunità e persone

Associazione

martedì 24 ottobre 2017

Edilizia sostenibile, Legacoop Emilia-Romagna partecipa a BUILD LAB

Legacoop Emilia-Romagna partecipa a BUILD LAB - Laboratorio di Innovazione e Finanza per l’Edilizia Sostenibile in Emilia-Romagna. Si tratta di unl luogo in cui si vuole mettere a punto in maniera condivisa gli strumenti e le soluzioni, non solo finanziarie, per realizzare interventi di riqualificazione del patrimonio edilizio innovativi ed economicamente sostenibili.

Con il primo workshop dei Gruppi Operativi Tematici, che si è tenuto agli inizi di ottobre, BUILD LAB ha avviato l’analisi di tre casi di riqualificazione di edilizia residenziale condominiale. L’obiettivo finale è quello di definire un modello di intervento replicabile, sviluppare indirizzi di policy e proporre strumenti finanziari che la Regione Emilia-Romagna possa adottare per aumentare le opportunità di riqualificazione edilizia e crescita sostenibile nel territorio.

Legacoop Emilia-Romagna, con Francesca Montalti e Rita Pareschi, ha presentato una proposta di riqualificazione di tre immobili condominiali localizzati a Modena e a Reggio Emilia nel quadro di una collaborazione con ASPPI Modena, sui quali sono già state effettuate diagnosi energetiche e su cui si vuole intervenire, non solo per migliorare il comfort abitativo e diminuire la spesa energetica, ma per adeguare il fabbricato dal punto di vista strutturale.

Al Grupo Operativo Tematico hanno partecipato anche Rudi Fallaci di MATE, Marcello Gusso di Politecnica, Alexei Novikov per Sicrea e Riccardo Silingardi Seligardi del CCDP.

È stato individuato, in particolare, un aspetto di criticità: si tratta di condomini a proprietà diffusa, dove si osserva una scarsa leva motivazionale da parte dei proprietari e un rischio “morosità” sulle spese condominiali.

Un panel di esperti ha fornito alcuni primi feedback ai referenti dei casi studio suggerendo di utilizzare materiali e strumenti già adottati in altri contesti (schede, toolkit, fogli di calcolo) per raccogliere in maniera sistematica i dati di “input” dei progetti di riqualificazione, effettuare un pre-screening energetico degli immobili e individuare in maniera più puntuale le informazioni economiche minime per rendere i progetti leggibili da parte di un istituto finanziario. Sulla base dei toolkit raccolti i casi studio verranno riletti e sistematizzati per il secondo workshop previsto a novembre.

Per restare aggiornati: http://www.build-lab.it/