Alleanza delle Cooperative

Campagna e raccolta firme

XI Congresso Regionale

Mappa dei contenuti della relazione del presidente Giovanni Monti

Giovanni Monti

Presidente Legacoop Emilia Romagna

lavoro e welfare

sviluppo e promozione

relazioni

comunità e persone

Associazione

martedì 30 gennaio 2018

La partecipazione dei soci e dei lavoratori nell'impresa cooperativa: convegno e ricerca

foto news

Il 29 gennaio 2018 si è tenuto a Bologna un convegno/seminario con al centro il tema della partecipazione dei soci e dei lavoratori all’impresa cooperativa promosso da Legacoop Emilia-Romagna in collaborazione con AISRI e Fondazione Barberini.

Nel corso dell’incontro, che ha registrato un’ampia partecipazione, i professori Mario Ricciardi e Luciano Pero hanno presentato una ricerca sulla partecipazione organizzativa nella cooperazione dell’Emilia-Romagna condotta assieme al professor Domenico Carrieri per conto della Lega delle Cooperative regionale, ricerca che trovate nel sito di Legacoop Emilia-Romagna all’indirizzo http://www.legacoopemiliaromagna.coop/associazione/documenti.

Introdotto dalla presidente di Legacoop Bologna Rita Ghedini, il convegno ha visto la partecipazione del presidente del CNEL Tiziano Treu.

Alle 16.15 si è tenuta una tavola rotonda coordinata dal professor Carrieri alla quale prenderanno parte l’assessore regionale Patrizio Bianchi, Mauro Lusetti e Giovanni Monti, rispettivamente presidente nazionale e regionale di Legacoop, Vincenzo Colla della segreteria nazionale della Cgil, Mario Morgese, responsabile delle relazioni sindacali Ducati Motor, Carlo Marignani, responsabile delle relazioni sindacali di Legacoop nazionale.

“Si tratta – ha chiarito il presidente di Legacoop Emilia-Romagna, Giovanni Monti – della terza parte di una ricerca avviata nel 2010 e che ha segutio le diverse fasi della crisi. Quest’ultima rilevazione si è focalizzata sulla partecipazione dei soci e dei lavoratori alle decisioni aziendali. Quello della governance e della partecipazione di soci e lavoratori – prosegue Monti – è un tema che ci sta molto a cuore, sul quale stiamo investendo molto sia attraverso la formazione degli amministratori delle cooperative, sia con la diffusione, che sta avvenendo in questi giorni, di un video e di un manuale contente le linee guida alle quali le cooperative devono attenersi. La partecipazione ci distingue da altre forme di impresa ed è un grande punto di forza della cooperazione”.

"La cooperazione, quale soggetto sociale, sente più forte di altri la responsabilità di tenere insieme innovazione e sostenibilità nel mondo del lavoro – ha ricordato la presidente di Legacoop Bologna, Rita Ghedini –. Occorre innovare le relazioni industriali per poter gestire al meglio i mutamenti generati dalla trasformazione digitale in atto. La partecipazione dei lavoratori soci e non soci, declinabile in molte forme, dall'organizzazione al governo dell'impresa cooperativa, è uno strumento coerente con la nostra natura e con i nostri valori per affrontare la sfida del cambiamento, rendendo sinergici gli obiettivi di sviluppo e di giustizia sociale”.

Nel corso del 2018, la Lega delle Cooperative dell’Emilia-Romagna dedicherà una parte significativa delle proprie attività alle questioni legate alla governance attraverso investimenti in formazione e nella diffusione di una cultura della partecipazione che è nel dna della cooperazione.

“La partecipazione dei soci e dei dipendenti – ha ricordato Monti in sintonia con quanto rilevato dai relatori – è un nostro tratto essenziale ed è anche un elemento che rende più forte e competitiva ogni impresa”.