Alleanza delle Cooperative

Campagna e raccolta firme

XI Congresso Regionale

Mappa dei contenuti della relazione del presidente Giovanni Monti

Giovanni Monti

Presidente Legacoop Emilia Romagna

lavoro e welfare

sviluppo e promozione

relazioni

comunità e persone

Associazione

mercoledì 11 novembre 2015

Legacoop Romagna: Guglielmo Russo nominato presidente, Mario Mazzotti direttore generale

foto news

Nuovi organi di vertice per Legacoop Romagna. La Direzione e il Consiglio di presidenza svolti l'11 novembre a Ravenna hanno eletto Guglielmo Russo e Mario Mazzotti rispettivamente come nuovo Presidente e Direttore Generale dell'Associazione. Confermati i Vicepresidenti Luca Panzavolta, Massimo Matteucci e Giampiero Boschetti.

Il mandato assegnato agli organi direttivi ha confermato in pieno il modello di area vasta Romagna nato il 5 dicembre 2013 con l'integrazione delle associazioni territoriali di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini. Confermato anche l'obiettivo di giungere nel più breve tempo possibile alla costituzione dell'Alleanza delle Cooperative Italiane, insieme alle altre Centrali cooperative.

«Il mandato che ci hanno affidato le cooperative – ha detto il nuovo presidente Guglielmo Russo – è molto chiaro: rappresentare tutti, dando continuità al progetto che ha fatto nascere Legacoop Romagna. Tra pochi mesi ci attende la costruzione di una casa comune ancora più importante e questo percorso condiviso mantiene integralmente la propria validità. Proseguiremo sul solco del lavoro svolto da chi ci ha preceduto, articolando alcuni punti fissi: piena fiducia nella squadra, che ha affrontato con professionalità le sfide dell'integrazione in un momento di difficilissima crisi economica; valorizzazione dell'autonomia del movimento cooperativo; tutela delle istanze delle imprese cooperative e dei soci cooperatori in ogni luogo e in ogni sede; costruzione di una identità condivisa molto forte che dia nuova linfa ai principi e ai valori cooperativi».

«Legacoop Romagna – aggiunge il nuovo direttore, Mario Mazzotti – associa alcune delle imprese, non solamente cooperative, più importanti di questo territorio. Sono aziende che, anche nella più grave delle crisi, non hanno mai abbandonato il loro legame con la Romagna e rappresentano un valore insostituibile, non solo economico».

«Sarà nostro compito - prosegue Mazzotti - lavorare per rafforzare e consolidare il nostro grande patrimonio di imprese e seguire passo a passo tutte le situazioni di crisi e difficoltà nelle quali, purtroppo, si trovano molte aziende, in particolare nel settore edilizio. L'innovazione come paradigma di riferimento rappresenta la modalità del nostro pensare e del nostro agire. Daremo un contributo attivo anche al processo di riordino istituzionale in atto, che dovrà portare alla costituzione delle aree vaste tra cui la Romagna, mettendo in campo il punto di vista cooperativo sulle grandi questioni strategiche che attraversano il nostro territorio».

«Desidero ringraziare – ha commentato il presidente di Legacoop Emilia-Romagna, Giovanni Monti – la presidente Ruenza Santandrea e il direttore Monica Fantini che hanno accompagnato la nascita di Legacoop Romagna, un tassello decisivo nell’opera di semplificazione della rappresentanza che stiamo perseguendo in Legacoop e attraverso la costruzione dell’Alleanza delle Cooperative Italiana. Sono sicuro che sapranno continuare il loro lavoro nell'organizzazione nella dimensione regionale e nazionale, secondo le professionalità che competono loro».

 

«Con la scelta di Guglielmo Russo nel ruolo di Presidente e di Mario Mazzotti in quello di Direttore, con la conferma di Luca Panzavolta, Massimo Matteucci e Giampiero Boschetti come vicepresidenti – ha proseguito Monti – Legacoop Romagna ha dato prova di volere proseguire lungo la strada dell’innovazione organizzativa offrendo alle cooperative associate strumenti più efficaci per affrontare le grandi sfide di oggi e di domani. A loro faccio i miei migliori auguri di buon lavoro».