Alleanza delle Cooperative

Campagna e raccolta firme

XI Congresso Regionale

Mappa dei contenuti della relazione del presidente Giovanni Monti

Giovanni Monti

Presidente Legacoop Emilia Romagna

lavoro e welfare

sviluppo e promozione

relazioni

comunità e persone

Associazione

mercoledì 20 dicembre 2017

Legge sui suolo, ACI Emilia-Romagna: la cooperazione accetta la sfida per un nuovo sviluppo

L'Alleanza delle Cooperative dell’Emilia-Romagna (Legacoop, Confcooperative, Agci) ha diffuso questa nota stampa a commento della legge regionale sulla tutela e l’uso del territorio approvata il 19 dicembre 2017.

L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna ha approvato la legge sulla tutela e l’uso del territorio. Si tratta di un provvedimento importante e destinato ad incidere profondamente sui futuri assetti della nostra regione.

Le misure introdotte sul contenimento del consumo del suolo e sulla promozione alla rigenerazione urbana vanno a determinare nuovi paradigmi dello sviluppo, improntati alla sostenibilità economica, sociale e ambientale. Va dato merito all’assessore Raffaele Donini e al presidente Stefano Bonaccini per avere condotto in porto una provvedimento non semplice, lavorando per conciliare i diversi punti di vista e i differenti interessi in gioco nello stesso spirito di condivisione che ha condotto al varo del Patto per il Lavoro.

Va riconosciuto il grande lavoro fatto da tutte le forze politiche, anche da quelle contrarie ad alcune parti della normativa, che per mesi hanno approfondito e affrontato con serietà una materia complessa.

La cooperazione accetta la sfida di nuovi percorsi improntati sul recupero e sulla riqualificazione dell’esistente e sul governo solidale del territorio.

Ci auguriamo che la norma, per molti aspetti innovativa (dagli strumenti della pianificazione all’avvio della programmazione negoziata dove pubblico e privato saranno chiamati a dare contenuto a quanto previsto nei nuovi piani urbanistici generali) possa dare i frutti auspicati e rappresentare quel cambio di passo che consenta, attraverso percorsi di reale semplificazione, di favorire la rigenerazione dei tessuti urbani e produttivi e, più in generale dell’ambiente creando opportunità per lo sviluppo e la crescita.

Da parte nostra verrà riservata grande attenzione all’attuazione di questa normativa per far sì che gli obiettivi del provvedimento possano trovare piena attuazione.