Assemblea dei Delegati

9 marzo 2018 Auditorium Unipol Banca, Via della Costituzione 2, Bologna dalle 9.00 alle 13.30

Alleanza delle Cooperative

Campagna e raccolta firme

XI Congresso Regionale

Mappa dei contenuti della relazione del presidente Giovanni Monti

Giovanni Monti

Presidente Legacoop Emilia Romagna

lavoro e welfare

sviluppo e promozione

relazioni

comunità e persone

Turismo

venerdì 8 novembre 2013

Bruxelles, nasce l’Associazione Cultura Contro Camorra

Promossa da Franco Ianniello, ex funzionario della Commissione Europea, che per anni si è occupato prima di cooperative e in seguito di turismo, è nata a Bruxelles, l'8 novembre scorso, l’Associazione di diritto belga Cultura Contro Camorra.
L’Associazione è stata presentata nel corso di un convegno, presieduto dallo stesso Ianniello, cui hanno preso parte come relatori il Vice Presidente del Comitato Economico Sociale Europeo Juan Mendoza, membri del Parlamento Europeo fra cui Rita Borsellino, rappresentanti della Commissione Europea, del Comitato delle Regioni, Parlamentari di vari paesi fra cui Laura Garavini componente della Commissione Antimafia, rappresentanti di Università, organizzazioni sindacali, associazioni culturali, giornalisti.
Il convegno ha messo in luce una realtà ormai sotto gli occhi di tutti: la criminalità organizzata si è diffusa in tutta Europa ed ha un impatto pesante sull’economia e sulla vita civile.
L’Associazione si prefigge l’obiettivo di combattere contro la criminalità organizzata e di impegnarsi per la diffusione di una cultura della legalità, dell’impegno civile, e per l’educazione e la cittadinanza attiva.
A nome di Legacoop è intervenuto Maurizio Davolio che ha citato la collaborazione con l’Agenzia per l’amministrazione e la destinazione dei beni confiscati e soprattutto Cooperare per Libera Terra, che ha la missione di assistere le cooperative che gestiscono i beni per i loro problemi di natura finanziaria, tecnica, professionale, commerciale.
Davolio ha parlato anche del turismo responsabile che viene proposto nei beni confiscati: visite  e incontri che consentono di conoscere la realtà locale, i suoi gravissimi problemi, di incontrare i protagonisti della lotta per la legalità e per un lavoro onesto e pulito. A Legacoop e ad AITR, Associazione Italiana Turismo Responsabile, aderiscono infatti sia Libera Terra Mediterraneo con le cooperative Placido Rizzotto e Pio La Torre che altre cooperative come Addio Pizzo Travel, A.L.I., Terre di don Peppe Diana.