Assemblea dei Delegati

9 marzo 2018 Auditorium Unipol Banca, Via della Costituzione 2, Bologna dalle 9.00 alle 13.30

Alleanza delle Cooperative

Campagna e raccolta firme

XI Congresso Regionale

Mappa dei contenuti della relazione del presidente Giovanni Monti

Giovanni Monti

Presidente Legacoop Emilia Romagna

lavoro e welfare

sviluppo e promozione

relazioni

comunità e persone

Turismo

sabato 11 ottobre 2014

Il responsabile Turismo di Legacoop, Davolio, entra nell'Esecutivo di Oits Internazionale

San Paulo, 7-10 ottobre 2014 - Si è tenuto San Paulo, in Brasile, il Congresso Mondiale del Turismo Sociale, organizzato da SESC (Serviço Social do Comèrcio), in collaborazione con OITS, Organizzazione Internazionale del Turismo Sociale.
Il Congresso è stato preceduto dall’assemblea di OITS, che ha eletto il nuovo Consiglio di Amministrazione e il Comitato Esecutivo.
OITS per i prossimi quattro anni sarà presieduta dal francese Jean Marc Mignon, confermato nell’incarico. Vice Presidenti sono la canadee Sonia Vaillancourt,  il belga Alain Clauwert, Presidente del sindacato socialista FGTB, l’italiano Claudio Nardocci, Presidente dell’Unione Nazionale delle Pro Loco e Vice Presidente della FITUS, Federazione Italiana del Turismo Sociale. Dell’Esecutivo fanno parte Maurizio Davolio, Responsabile Turismo di Legacoop in rappresentanza dell’Alleanza Cooperativa Internazionale; il belga Jacques Perrault, il nuovo Tesoriere belga Eric Woulters, il maliano Bassirou Diarra, e Fabrizio Pozzoli, ACI Turismo e Federcultura Turismo Sport, eletto alla presidenza di OITS Europa.
Confermato il belga Yves Godin come Segretario Generale.
In OITS cresce il numero delle adesioni, che ha raggiunto quota 150, in rappresentanza di 30 paesi; 110 sono i soci europei appartenenti a 15 paesi; 27 i soci americani (6 paesi); 12 gli africani (9 paesi); un solo socio asiatico.
In OITS si va rafforzando la sezione Europa, con l’assunzione come Direttore di un esperto di turismo e di marketing, Luc Gobin, proveniente dell’Ente di promozione delle Fiandre.
La Presidenza di OITS Europa, affidata a Fabrizio Pozzoli, Presidente della cooperativa sociale Betania e dirigente di Federcultura Turismo Sport  e di ACI Turismo, rappresenta una  acquisizione importante  e molto promettente.
OITS vive una fase di crescita e di qualificazione della propria attività e delle proprie relazioni.
Di recente ha avuto approvato dalla Commissione Europea un progetto denominato Sen.Tur, per la promozione del turismo dei senior, che si aggiunge al progetto STEEP che ha portato alla creazione del portale eCalypso.
Anche la comunicazione si sta notevolmente rafforzando, con la creazione di un nuovo sito web più moderno e di qualità, e il lancio della nuova newsletter.
La situazione finanziaria è sotto controllo, dopo un periodo di difficoltà.
Opera con successo l’Alleanza sulla formazione e la ricerca nel turismo sociale  e solidale, aggregato di docenti universitari e di studiosi che fa parte di OITS.
Vanno invece rilanciati gli altri due aggregati interni, la Rete delle autorità locali e regionali, e la Task Force per i rapporti con i sindacati.
Cresce OITS America, resta debole OITS Africa. Ai lavori di San Paulo ha preso parte come relatore, su proposta di Davolio, il dirigente della National Cooperative Union of India Sanjay Verma, che ha potuto discutere con i vertici di OITS della possibilità di costituire una sezione OITS Asia, con un forte ruolo del movimento cooperativo indiano e la collaborazione di ICA Asia & Pacific.
Nel nuovo Consiglio di Amministrazione di OITS entrano a far parte Valeria Ghirardini, in rappresentanza di AICS, che sostituisce Bruno Molea, eletto in Parlamento, e Giovanni Ciarlone, nuovo Presidente di FITEL (CGIL-CISL-UIL), cui è stato affidato il compito di tenere i rapporti con la Confederazione Europea dei Sindacati.
Al Congresso Mondiale del Turismo Sociale, intitolato “Unità nella Diversità” hanno preso parte oltre 300 partecipanti, provenienti da tutto il mondo: dirigenti di associazioni e di sindacati, rappresentanti di enti pubblici e di enti di promozione turistica, operatori turistici, ricercatori, studenti, cooperatori, giornalisti.
Il Congresso, superbamente organizzato da SESC, ha visto la partecipazione di relatori provenienti da una ventina di paesi, fra cui i rappresentanti dell’Organizzazione Mondiale del Turismo, della Commissione Europea, delle autorità nazionali brasiliane.
I principali temi affrontati sono stati: il turismo e lo sviluppo, affrontato in termini profondamente critici; il diritto alla vacanza; il sostegno finanziario alle vacanze; il turismo dei senior; gli effetti delle nuove tecnologie; l’accessibilità e il superamento delle disabilità; il lavoro e i fenomeni di precarizzazione; il turismo su base collaborativa e le sue interrelazioni con il turismo sociale.
Grande risalto è stato dato ai temi del turismo solidale e del turismo di comunità, cui sono state dedicate due specifiche sessioni di lavoro.
Maurizio Davolio, anche nella sua veste di Presidente di AITR e di EARTH, ha animato la sessione dedicata al turismo di comunità, cui hanno preso parte lo spagnolo Fernando Mandri Bellot, che opera in Messico ed Ecuador, e la brasiliana Mariana Madureira, che ha creato in Brasile una rete di turismo di comunità.
Nel corso della sessione sono stati presentati vari progetti; Davolio ha avuto occasione di presentare i progetti  di turismo di comunità avviati dalle cooperative Briganti di Cerreto e Valle dei Cavalieri.
Sanjay Verma, nella sua relazione, ha citato le cooperative di vari paesi asiatici come protagoniste di forme di turismo solidale  e di comunità.
A latere del congresso Maurizio Davolio e Fabrizio Pozzoli hanno avuto un incontro con i dirigenti della centrale cooperativa brasiliana OCB fra cui il Responsabile degli Affari Internazionali Americo Utumi, e con il Vice Presidente della cooperativa turistica Cooptur Marcio Canto de Miranda: Cooptur opera nello stato di Paranà e propone viaggi presso le comunità degli immigrati (olandesi, svevi, ucraini, mennoniti ecc.), presso le cooperative in particolare nel settore caseario e nei luoghi di interesse naturalistico.